Baccalà alla Vicentina

Ingredienti per 4 persone:DSC02248 (FILEminimizer)
500 gr. di Stoccafisso sotto sale
½ bicchiere di olio E.V.O.
250/300 gr. cipolle di Tropea affettate sottili
1 Bicchiere di Latte
3/4 di Acciughe sott’olio
2/3 Spicchi d’Aglio
Farina Bianca
Sale
Prezzemolo Tritato
50 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
Fette di Polenta alla piastra

Procedimento:
Dissalare il baccalà lasciandolo in ammollo per un paio di giorni e, cambiando l’acqua 4-5 volte al giorno.
Eliminare le lische,  togliere la pelle e, passare nella farina i tranci di pesce.DSC02243 (FILEminimizer)
Far soffriggere nell’olio E.V.O. la cipolla affettata, l’aglio tritato e le acciughe.
Prelevare dal tegame metà della cipolla cotta, aggiungere il pesce passato nella farina e, coprirlo con la cipolla prelevata in precedenza.
Versare nel tegame il latte , cospargendo di formaggio il pesce.
Cuocere con coperchio per almeno un’ora a fuoco bassissimo, muovendo di tanto in tanto, i pezzi di pesce, facendo attenzione a non spezzarli.
A cottura ultimata aggiungere il prezzemolo tritato e, servilo accompagnandolo con fette di polenta.
Buon Appetito.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pesce, Ricette, Secondi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Baccalà alla Vicentina

  1. Grazie delle dritte. Effettivamente è un sacco di tempo che non vado in città!

  2. sergio in cucina ha detto:

    Vedo che abbiamo gli stessi gusti anche in fatto di Vini, a me il riso con il Teroldego fa impazzire, tornando a noi proverei ad abbinare anche l’Enantio un po più strutturato, tu come la vedi?
    Buona giornata a presto Sergio.

  3. sergio in cucina ha detto:

    Sinceramente io l’ho mangiato per cena, In tarda ora, ma ti confesso che al mattino la colazione è stata leggera…
    Grazie e buon Week-End.

  4. Mauro R ha detto:

    Polenta, stoccafisso… le giornate uggiose e fredde si avvicinano e questo piatto è un ottimo modo di accompagnarle. Che dici un bel rosso o bianco vicino? Un vitigno tipico veneto che mi piace tanto è il Teroldego. Maledetta gola! 🙂 A presto.

  5. giovanna ha detto:

    Mi è venuta l’acquolina in bocca nonostante l’ora,ottimo!!!!
    Buona serata Gio..

  6. sergio in cucina ha detto:

    In questo periodo si riesce a trovare in centro storico, Piazza dei Leoni sotto i portici in direzione del Duomo, il giorno 24/11 Patrono di Reggio l’avevano.
    Grazie per gli apprezzamenti, se lo trovi ti consiglio di provare.
    Buona serata

  7. Ho lontani ricordi di botti davanti ai negozi. Ma dove trovi lo stoccafisso al giorno d’oggi nel reggiano? In ogni caso complimenti per la realizzazione, veramente eccezionale!

  8. sergio in cucina ha detto:

    Silva, non ti nego che conoscendo le tue doti in cucina e sapendo che sei Veneta questo mi fa molto piacere.
    Grazie veramente.

  9. Be’ come Veneta DOC non posso che approvare la tua versione del baccalà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...