Cantucci

Cantucci…. Questa ricetta, mi è stata insegnata da un Ristoratore di Barberino sul Mugello diversi anni fa, durante una cena trascorsa con amici, tutti amanti della buona tavola e, come si dice “buone forchette” dopo aver mangiato Fiorentine e Maialino alla brace, il tutto accompagnato da buon vino.
Il “colpo di grazia” ci è stato dato, servendoci Cantucci con Vin Santo…. non resistendo alla fine ho chiesto come realizzarli.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ingredienti circa 60 Bisccotti
500 gr. Farina
200 gr. Mandorle con la pelle
300 gr. Zucchero
4 Uova
1 Dose per dolci (16gr.)
Scorza di ½ Limone Bio grattugiata

 

 Procedimento:
Setacciare la farina, unire tutti gli ingredienti e impastare.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Fare riposare l’impasto per 25/30 minuti e suddividerlo in 3, formare dei cilindri di diametro 5/6 cm. e disporli su una placca con sotto la carta da forno.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Infornare con forno caldo a 180° per 25/30 minuti, fino a che la superficie inizia a dorare.
Fare raffreddare per qualche minuto poi con un coltello da pane, quando sono ancora caldi, tagliarli a fette larghe 1,5 cm. facendo attenzione a non romperli.
Una volta raffreddati, disporli su una griglia da forno e infornarli nuovamente per 5/10 minuti a 180°.
Fare raffreddare e servire.

Ottimo l’abbinamento con Vin Santo, (amici Toscani) non offendetevi ma anche un Passito, un Moscato, oppure Sciacchetrà, ci stanno bene….

P.S. a me piacciono anche a colazione con un buon caffè.

Pubblicato in Dolci, Ricette, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Strudel di Mortadella Bologna IGP

Ingredienti per 4 persone:p4120006-fileminimizer
250 gr. Ricotta Vaccina
170 gr. Mortadella Bologna IGP
2 Uova
Sale
120 gr. Formaggio Boscatella Trentina
1 Rotolo di Pasta Sfoglia
3 fette di pane
Semi di Papavero (facoltativi)

Procedimento:
Dividere i tuorli dagli albumi.
Lavorare insieme Ricotta, Sale e tuorli, fino a formare una crema.
Stendere la Pasta Sfoglia e, disporre a strati gli ingredienti nel seguente ordine:
Pasta sfoglia, Mortadella Bologna IGP, fette di Pane, Ricotta e Formaggio a pezzi.
Spennellare le estremità della Pasta sfoglia con gli albumi e, formare lo Strudel.
Sempre con gli albumi spennellare la superficie e, cospargerla con semi di papavero (facoltativo solo per decoro).
Prima di infornare con una forchetta praticare dei fori sulla superficie in modo che in cottura il vapore fuoriesca, cuocere a 180° per 35/40 minuti.
Buon Appetito.

 

Pubblicato in Antipasti e contorni, Pane, pizza e focaccie, Secondi, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Pollo marinato al Marsala con Mortadella Bologna IGP croccante

Ciao a tutti, ecco un’altra ricetta preparata per il Consorzio Mortadella Bologna IGP, semplice da realizzare, io l’ho preparata così:

Ingredienti:p4210013-fileminimizer

1 Carota
1 Cipolla
150 Ml. Marsala
150 Ml. Acqua
20 gr. Pistacchi
400 gr. Pollo a cubetti
80 gr. Mortadella Bologna IGP

 

Procedimento:

In una terrina versare il Marsala, l’acqua, la cipolla tagliata a pezzi, la carota tagliata a pezzi, il pollo e lasciare marinare per 12 ore.
Trascorse le 12 ore, prelevare i pezzi di pollo.
Tritare al coltello i Pistacchi.
In una padella antiaderente con la fiamma vivace, cuocere le fette di Mortadella Bologna IGP, una per volta, fino a farle diventare croccanti, poi disporle su carta assorbente.
Nella stessa padella, versare l’Olio EVO e cuocere i bocconcini di Pollo per 8-10 minuti.
Nel frattempo tagliare/spezzare la Mortadella Bologna IGP resa croccante.
Quando il pollo è cotto, impiattare e guarnire ogni piatto con la Mortadella Bologna IGP croccante e Pistacchi, servire.
Buon Appetito.

Pubblicato in Ricette, Secondi, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Millefoglie scomposto di Mortadella Bologna IGP

Oggi continuo con i piatti preparati per il Consorzio Mortadella IGP, regione Sardegna Antipasto, ecco come li ho realizzati:

Ingredienti:p4270016-fileminimizer
150 gr. Ricotta Ovina
Pane Guttiau 2-3 fogli
75 gr. Mortadella Bologna IGP
15 gr. Miele di Rosmarino oppure di Asfodelo
20 gr. gherigli di Noci

Procedimento:
Passare al setaccio la Ricotta, poi aggiungere il Miele, mescolare fino ad ottenere una crema, poi mettere la ricotta dentro ad una sac a poche.
Spezzare il pane Guttiau a pezzi più o meno simili.
Sul pane disporre dei pezzi di Mortadella Bologna IGP, e sopra la mortadella, distribuire un po’ di ricotta e sovrapporre i pezzi di pane così farciti, uno sopra l’altro e sull’ultimo aggiungere qualche gheriglio di noce.
Buon Appetito.

 

 

 

Pubblicato in Antipasti e contorni, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Raggi di Tonno

E’ un piatto che amo particolarmente, in bocca si ha un’esplosione di sapori, ma bisogna essere sicuri della salubrità del prodotto, lo realizzo solo quando sono sicuro che il pesce è stato abbattuto, in quanto va consumato crudo. 

Ingredienti:OLYMPUS DIGITAL CAMERA
200 gr. Tonno crudo (abbattuto)
200 gr. Burrata
¼ scorza di Limone Bio
¼ scorza di Arancia Bio
2 cucchiai di Senape
Sale nero
4 cucchiai Olio EVO

Procedimento:
Tagliare il Tonno a listarelle e poi disporle a raggiera nel piatto, tra uno spazio e l’altro disporre la Burrata fatta a fette.
Grattugiare il Limone e l’Arancio direttamente sopra al tonno.
A parte miscelare la Senape con l’Olio EVO e versarlo con l’ausilio di un cucchiaino o di un biberon per salse sul tonno.
Salare e servire.

Raccomandazioni: Per mangiare in tutta tranquillità pesce crudo, è necessario che prima di essere consumato venga abbattuto termicamente con l’utilizzo di un’abbattitore portando il prodotto ad una temperatura di -20° centigradi per almeno 24 ore, questo per uccidere l’eventuale presenza del parassita Anisakis.
Quindi prima di consumarlo chiedere al negoziante, per essere sicuri che il pesce sia stato sottoposto a questo trattamento, altrimenti evitare di realizzare questo piatto.

 

Pubblicato in Antipasti e contorni, Pesce | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Agnolotti Viola al Tartufo Nero

Oggi ho deciso di giocare con i colori………….

Ingredienti per il ripieno:OLYMPUS DIGITAL CAMERA
250 gr. Ricotta Vaccina
15 gr. Tartufo nero grattugiato
1 Tuorlo
1 cucchiaio di Pane grattugiato
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato

Procedimento per il ripieno:
Amalgamare insieme tutti gli ingredienti e mettere dentro una sac a poche.

 

 

Ingredienti per la pasta “viola”:OLYMPUS DIGITAL CAMERA
150 gr. Barbabietola rossa cotta e frullata
400 gr. Farina 0
3 Uova intere

 Procedimento per la pasta Viola:
Lessare le Barbabietole e frullarle, quando sono fredde, impastare insieme alle uova e alla farina fino ad ottenere un impasto compatto.

 

 


Ingredienti per il condimento:OLYMPUS DIGITAL CAMERA
15 gr. Tartufo nero grattugiato
25 gr. Burro
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano
35 gr. Latte

Procedimento per il condimento:
Sciogliere il burro e farlo friggere leggermente, toglierlo dal fuoco e aggiungere tutti gli altri ingredienti.

 

Adesso che abbiamo tutto pronto, stendere la sfoglia abbastanza sottile e con il sac a poche dosare il ripieno sulla striscia di pasta e ripiegare la pasta in modo da racchiudere il ripieno, poi con la rotella dentata eliminare la pasta in eccesso.
A questo punto con il pollice e l’indice schiacciare la pasta negli spazi tra un ripieno e l’altro e tagliare dove abbiamo schiacciato la pasta, con la rotella dentata.
In un tegame capiente fare bollire abbondante acqua salata e cuocere i nostri Agnolotti, quando sono cotti, saltarli in padella dove c’è il condimento e servire.
Buon appetito.

Pubblicato in Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

Corzetti con Mortadella Bologna IGP e Totani

Oggi continuo con le ricette presentate per il Consorzio Mortadella Bologna IGP, i Corzetti, ecco come li ho realizzati.p4090030-fileminimizer

Ingredienti dei Corzetti per 4 persone:
300 gr. Farina
2 uova
45 gr. Acqua
15 gr. Olio EVO

Preparare i corzetti, impastando insieme farina, uova, olio EVO ed acqua, fino a che l’ impasto risulta liscio, poi, stendere la sfoglia alta circa 1 mm.,  e, utilizzando l’apposito “stampo”, formare i corzetti.

p4090016-fileminimizer

Ingredienti per il Condimento:

20 gr. Olio EVO
20 gr. Olio EVO aromatizzato al Basilico Ligure
40 gr. Olive Taggiasche tagliate in 3-4 pz.
20 gr. Pinoli Tostati e tagliati al coltello
350 gr. Totani
100 gr. Mortadella Bologna IGP a cubetti
3 foglie di Basilico Ligure
Sale

Preparare l’olio aromatizzato al Basilico, scaldandolo fino a farlo friggere, togliere dal fuoco e aggiungere il Basilico.
In una padella scaldare i 20 gr. di olio EVO (non Aromatizzato), poi saltare per 5-6 minuti a fuoco moderato i totani, aggiungere la Mortadella Bologna IGP e le olive Taggiasche, cuocere per 10/12 minuti.
Nel frattempo far bollire acqua e sale, e cuocere i Corzetti.
Una volta cotti prelevarli dall’acqua e versarli nella padella con il sugo, aggiungere i Pinoli tostati e farli saltare per 2-3 minuti.
Impiattare e Servire.
Buon Appetito.

 

Pubblicato in Pesce, Primi, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Baci di Dama con Mortadella Bologna IGP

Da un pò di tempo collaboro con I Love Italian Food p4250029-fileminimizerun’associazione no profit che diffonde la passione per la cucina e il cibo italiano nel mondo,  grazie a loro mi è stato chiesto di realizzare piatti della tradizione Italiana, “rivisitati”, iniziativa dal titolo “100 di questi piatti”, dove l’ingrediente principe doveva essere la Mortadella Bologna IGP.
Il primo piatto che mi è stato assegnato, era un’antipasto abbinato al Piemonte,  da qui ecco i Baci di Dama.

Ingredienti:
8-10 dischi di Pasta Sfoglia Diametro 35-40 mm.
100 gr. Mascarpone
70 gr. Mortadella Bologna IGP.
15 gr. Nocciole tostate
1 albume d’uovo

Procedimento:
Con un Coppapasta, ricavare dei dischi con diametro 35-40 mm. e pennellare la superficie con l’albume, poi infornare a 180° per circa 8/10 minuti, in fase di cottura si gonfieranno.
Tritare finemente la Mortadella Bologna IGP, amalgamarla al mascarpone e versare il composto in un sac a poche.
Tostare le nocciole e tritarle al coltello.
Quando i dischi sono cotti, toglierli dal forno e tagliarli a meta.
Con il sac a poche, distribuire il mascarpone su tutte le metà dei dischi tagliati e prima di accoppiarli, passarli nelle nocciole tritate.
Disporli su un piatto da portata e servire.
Buon Appetito.

Pubblicato in Antipasti e contorni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Delizia di mascarpone

OLYMPUS DIGITAL CAMERA


Ingredienti:

50 gr. Latte Condensato
25 gr. Latte intero fresco
250 gr. Mascarpone
2 Uova
15 gr. zucchero semolato
100 gr. Confettura di Mirtilli
100 gr. Pan di Spagna a cubetti

 Procedimento:
In un tegame mescolare con una frusta le uova e lo zucchero, passare sul fuoco e fare pastorizzare a fiamma bassa sempre mescolando fino a raggiungere una temperatura di 75° (lo zucchero evita che l’uovo con il calore coaguli).
Raggiunta la temperatura, versare e uova nella planetaria e fare montare fino a quando non si sono raffreddate, poi aggiungere il latte condensato sciolto nel latte intero, il mascarpone e continuare a montare.
Tagliare a cubetti il pan di Spagna e disporlo sul fondo delle coppette, coprire con la crema di Mascarpone e riporre le coppette in frigorifero per almeno un paio di ore.
Prima di servirle versare sopra alla crema di Mascarpone un cucchiaio o due di confettura di mirtilli.
Buon Appetito

 

Pubblicato in Dolci, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Canederli con Spinaci

Canederli….. è stato amore al primo assaggio.dsc02271

Ingredienti:
300 gr. Pane raffermo grattugiato
120 gr. Speck tagliato a cubetti
30 gr. Porro tritato
2 Uova
70 gr. Spinaci lessati tritati al coltello
70 gr. Parmigiano Reggiano grattugiato
250/300 gr. Latte caldo
2 cucchiai di prezzemolo tritato
Salvia
Condimento:
Burro
Salvia
Parmigiano Reggiano o altro formaggio stagionato

Procedimento:
Soffriggere insieme porro, speck e una foglia di salvia per una decina di minuti.
Sbattere le uova con una frusta.
Scaldare il latte.
In un contenitore capiente versare il pane, aggiungere spinaci, Parmigiano Reggiano, prezzemolo, lo Speck saltato con il porro e le uova, tenendo per ultimo il latte che andrà versato poco per volta in modo da non rischiare che l’impasto risulti troppo morbido.
Formare delle palle della dimensione di una noce, comprimendo tra le mani il composto ottenuto.
Fare bollire acqua salata e cuocere i canederli, risulteranno cotti quando vengono a galla.
Nel frattempo sciogliere il burro con qualche foglia di salvia e fare soffriggere delicatamente per 4-5 minuti.
Prelevare i canederli cotti dall’acqua, disporli in un piatto e versare sopra a filo il burro aromatizzato, spolverare con Parmigiano Reggiano e servire.
Buon Appetito.

 

 

Pubblicato in Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Pesto al Basilico Genovese

P7290014 (FILEminimizer)

Ingredienti:
50 gr. Foglie di Basilico Genovese
40 gr. Parmigiano Reggiano grattugiato
15 gr. Pecorino Sardo stagionato grattugiato (Fiore Sardo)
8/10 gr. Aglio di Sulmona o Voghera
5 gr. Sale Grosso
12 gr. Pinoli
Olio E.V.O. 

Procedimento:
P7290008 (FILEminimizer)In un mortaio, pestare insieme Sale, Aglio e Pinoli, quando tutto è schiacciato, aggiungere il Basilico e continuare a pestare, quando tutto è diventato “cremoso”, aggiungere i Formaggi e alla fine l’Olio E.V.O.

 

 

 

P.S. se non avete a disposizione un Mortaio, l’alternativa è il classico frullatore, però attenzione a non scaldare il Basilico, consiglio fatelo girare ad intermittenza.

P7290004 (FILEminimizer)

Pubblicato in Conserve e confetture, Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Pesche Ripiene di una volta

Questa è una ricetta che mi insegnò mia madre anni fa, e che tuttora ogni tanto cucina per la gioia di mio padre, e mi porta indietro con la memoria ed è per questo che ho aggiunto di una volta.

Ingredienti:P6110041 (FILEminimizer)
5 Pesche a polpa gialla
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di Cacao amaro
2 Tuorli d’uovo
12/14 Amaretti sbriciolati
60 gr. vino Marsala
Zucchero a Velo per decorare 

Procedimento:
Lavare le pesche, tagliarle a metà ed eliminare il nocciolo.
Con un cucchiaino oppure un coltello dove abbiamo tolto il nocciolo prelevare un po’ di polpa (tenerla da parte), in modo da poter posizionare il ripieno.
Sbriciolare gli amaretti e n una terrina amalgamare insieme zucchero, amaretti, cacao, tuorli e aggiungere la polpa prelevata in precedenza prima però andrà tritata.
Il composto ottenuto lo andiamo a dosare dove abbiamo tolto il nocciolo delle pesche.
Disporre le pesche in un tegame e versare sul fondo il Marsala cuocere a fuoco lento coprendo il tegame con un coperchio.
Cuocere per circa 40 minuti.
Servirle calde oppure fredde, io personalmente le preferisco fredde con zucchero a velo sopra.
Buon Appetito.

 

Pubblicato in Dolci, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Cozze ripiene alla Viestana

Oggi vorrei proporre una ricetta che durante il mio soggiorno a Vieste, mi ha suggerito la proprietaria dell’Agriturismo.

Ingredienti:P5070007 (FILEminimizer)
500 gr. Cozze
300/350 gr. Pane Pugliese
100 gr. Parmigiano Reggiano
2 Uova
5 cucchiai Prezzemolo tritato
2 spicchi Aglio tritati
70 gr. Cipolla di Tropea
500 gr. Passata di Pomodoro
Peperoncino
3 cucchiai Olio E.V.O.

Procedimento:

Lavare le cozze ed eliminare il bisso poi, farle aprire a ”secco” mettendole in una casseruola con coperchio e, posizionarle sul fuoco a fiamma alta, fino a che non si siano aperte.
Nel frattempo, mettere il pane dentro una ciotola, ricoprirlo d’acqua e, quando sarà inzuppato, strizzarlo eliminando più acqua possibile, infine, sbriciolarlo con le mani.
Aggiungere al pane il Parmigiano Reggiano, le Uova, il Prezzemolo, l’Aglio ed amalgamare bene il tutto.
Quando l’impasto sarà pronto, iniziare a riempire i molluschi delle cozze (è possibile lasciare la conchiglia, io personalmente la elimino).P5070002 (FILEminimizer)
In un tegame, soffriggere la cipolla tritata con l’olio E.V.O., versare la passata di pomodoro, il peperoncino e, fare insaporire per qualche minuto poi, aggiungere le cozze ripiene.
Cuocere per 15/18 minuti, evitando di mescolare con un cucchiaio ma, muovendo di tanto in tanto il tegame questo, per non far fuoriuscire il ripieno dalle cozze.
Servire con una spolverata di prezzemolo sopra.

Buon Appetito.

Pubblicato in Antipasti e contorni, Pesce, Ricette, Secondi, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

Panna cotta allo Sgombro Affumicato

Ciao a tutti, i primi di Febbraio, sono stato contattato per partecipare al contest 110 e Lode, per festeggiare i 110 anni di Rizzoli Emanuelli, organizzato in collaborazione con I Love Italian Food.
Non ho esitato a dire di si e, ad accettare, così nei giorni successivi,  mi sono messo subito all’opera.
Il piatto ovviamente doveva essere cucinato con uno dei loro prodotti, ho optato quindi per i Filetti di Sgombro Affumicati e, per andare un pò fuori dagli schemi ho deciso di realizzare una Panna Cotta allo Sgombro Affumicato con Gelatina di Pomodoro.
Se la ricetta proposta vi piace, seguite il Link e votate: https://www.facebook.com/rizzoliemanuelli
Prossimamente pubblicherò altre ricette provate.

Ingredienti:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

100 gr. Panna Fresca
35 gr. Burro
65 gr. Filetti di Sgombro Affumicato “Rizzoli Emanuelli”
1 gr. sale
50 gr. passata di pomodoro
5 gr. colla di pesce
1,5 gr. colla di pesce

Procedimento:

Idratare i 5 gr. di  colla di pesce e nel frattempo in un tegame unire Panna, Burro, filetti di sgombro spezzettati e fare bollire per 1 minuto e frullare con un frullatore ad immersione, poi aggiungere la colla di pesce, mescolare, dosare nei bicchieri e riporre in frigorifero ad addensare.
Idratare l’altra colla di pesce (1,5 gr.) e nel frattempo scaldare la passata di pomodoro, quando è calda, aggiungere la colla di pesce, mescolare e dosare nei bicchieri sopra lo strato di sgombro e riporre nuovamente in frigorifero per almeno 1 ora.
Buon Appetito e Grazie

 

 

Pubblicato in Antipasti e contorni, Pesce, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Insalata di Gamberi con salsa di Fragole

Ingredienti:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA12/15 gamberi
50 gr. Fragole
Insalata mista
3-4 Cucchiai olio E.V.O.  Garda D.O.P.
Succo di ½ limone
1 ½ Cucchiaini di Senape
Sale e pepe
Sale nero

Procedimento:
Sgusciare i gamberi lasciando la coda, aprirli sul dorso per eliminare il filamento nero (budello) e cuocerli a vapore con acqua salata per 4-5 minuti da quando l’acqua inizia a bollire.
Disporre l’insalata tagliata in ogni piatto.
Frullare insieme fragole, olio EVO, succo di limone, senape, sale e pepe, fino ad ottenere una crema.
Prendere i gamberi e disporli sopra l’insalata, condire con la salsa di fragole.
Versare un filo di Olio EVO, salare con il sale nero e servire.

Buon Appetito.

Pubblicato in Antipasti e contorni, Pesce | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

Kamut verdure e scamorza

Ingredienti:DSC01585 (2) (FILEminimizer)
250 Gr. Kamut
1 Spicchio di Aglio tritato
Fagiolini
Olio EVO
1 Zucchina
Pomodori Secchi
Scamorza a fette
Sale

Procedimento:
Lessare in acqua salata il Kamut.
Lavare i fagiolini e tagliarli a pezzetti lunghi 2 cm. circa e farli saltare in un filo di Olio EVO e metà aglio tritato.
Lavare e tagliare a bastoncini la Zucchina e saltarla in padella con il restante aglio e un filo di Olio EVO , a metà cottura aggiungere i pomodori e ultimare la cottura.
Scolare l’acqua dal Kamut e unire il tutto in una padella capiente e fare saltare per un paio di minuti.
Impiattare e su ogni piatto disporre qualche fetta sottile di Scamorza e servire.
Buon Appetito.

 

 

Pubblicato in Antipasti e contorni, Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 3.300 volte nel 2015. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 55 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Viano -RE- festa del tartufo

DSC00029 (FILEminimizer)Domenica 08/11/2015 a Viano paesino situato nella prime colline Reggiane, si è tenuta la tradizionale festa annuale dedicata al prezioso tartufo.

Grazie alla giornata calda, al sole e ai colori che solo l’autunno sa regalare, il paese è stato preso d’assalto dalle persone che giravano curiose fra le bancarelle del mercato di prodotti tipici, chi riproponeva gli antichi mestieri, chi impagliava sedie, il fabbro che forgiava spade, e i giochi antichi quelli dei nostri nonni, ecc.DSC00023 (FILEminimizer)

Passeggiando, ci siamo infilati in una via laterale, siamo arrivati in un piccolo borgo in pietra bellissimo, ristrutturato, dove c’è  un vecchio mulino funzionante di quasi un secolo fa, con il mugnaio ottantenne che l’ha gestito per una vita, orgoglioso macinava il grano, avvolto da una nube bianca di farina sottilissima,  con il quale ho potuto scambiare due parole e mi ha spiegato la storia di quel mulino che stava per essere DSC00025 (FILEminimizer)distrutto come gli altri della zona, e solo grazie al Sindaco, che si è opposto, sono riusciti a salvarlo e a rimetterlo in funzione.

Lasciato il mulino alle spalle, ci siamo diretti verso il cuore della festa, la dove vendevano il tartufo, l’aria era carica di profumo del prezioso tubero, così non ho resistito alla tentazione di acquistarne, e appena arrivato a casa mi sono messo ai fornelli con l’intenzione di preparare un piatto di tagliatelle.DSC00030 (FILEminimizer)

La preparazione è molto semplice,  una fonduta leggera di Parmigiano Reggiano preparata con: 1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano, 1 cucchiaino di amido di Mais e 1/3 di bicchiere di latte, fatto addensare il tutto sul fuoco, fino a formare una crema piuttosto liquida.
Cotte le tagliatelle al dente le ho fatte saltare un minuto nella fonduta poi le ho impiattatte, e ho affettato  sopra il tartufo, una bontà.DSC00036 (FILEminimizer)

Pubblicato in Primi, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

App Road House Grill #RHGappexperience

Oggi scriverò un post un po’ insolito, riguarda un’applicazione che mi è stato chiesto di testare, l’App di Road House Grill #RHGappexperience e, di seguito, scriverò le mie impressioni.

Applicazione: una volta scaricata, ho selezionato “Take Away”.
DSC00008 (FILEminimizer)

Step successivo: ho inserito la città indicando il ristorante dove avrei ritirato l’ordine e qui,  c’è la possibilità di vedere anche gli altri RHG della zona, con distanza kilometrica, mappa, indirizzo,orari ecc.
Selezionato il ristorante, ho indicato l’ora del ritiro, e composto il mio menù.
DSC00013 (FILEminimizer)

Una volta inserite le portate del menù, si passa al “Checkout” dove, posso controllare il mio ordine.

Dopo essersi registrarti per la prima volta, si procede con il pagamento che, può essere fatto tramite Carta di credito oppure Pay Pal.
Fatto il pagamento arriverà subito una conferma d’ordine con il riepilogo del menù, l’ora e la sede del ritiro e, un link dove è possibile scaricare la fattura.

Ritiro: Arrivato puntuale sono stato accolto da due due ragazzi molto gentili, i quali, mi hanno consegnato scontrino fiscale e sacchetto, augurandomi buona cena.
DSC00019 (2) (FILEminimizer)

Considerazioni:  App veloce, semplice e intuitiva da utilizzare, gentilezza del personale e massima puntualità, il menù scelto mi è piaciuto, quindi esperienza positiva a 360°.
DSC00021 (FILEminimizer)   DSC00020 (FILEminimizer)

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Torta salata Porri e Mandorle

Dopo un lungo periodo di inattività, questa sera mi sono voluto ritagliare un pò di tempo per pubblicare un’altro post.
Questo non vuol dire che ho smesso di cucinare, anzi tutt’altro.
Ma torniamo a noi,

Ingredienti:Torta salata Porri e Mandorle
2 Porri
50 gr. Burro
25 ml. Acqua
25 ml. Vino Bianco
1 Disco di pasta sfoglia
3 uova
70 ml. Panna fresca
50 ml. Latte
50 gr. Mandorle senza pelle tritate
80 gr. Parmigiano Reggiano grattugiato

Procedimento:

Stufare i porri affettati sottilmente con burro e acqua, quando sono appassiti sfumare con il vino bianco.
A parte sbattere le uova con il latte e la panna, aggiungere i porri saltati in padella e il formaggio.
Foderare uno stampo da forno con la pasta sfoglia e sulla base cospargere le mandorle tritate, poi versare sopra il composto di porri e infornare a 180° per circa 25-30 minuti con forno statico.
Buon Appetito.

Pubblicato in Antipasti e contorni, Pane, pizza e focaccie, Primi, Ricette, Secondi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Veneziane

Ciao a tutti, oggi vorrei proporre una ricetta per una colazione sfiziosa, oppure per accompagnare un momento di assoluta “goduria”, immaginatele  tagliate a metà e farcite di gelato……….

Ingredienti per circa 10 PZ    DSC00002 (2) (FILEminimizer)
400 gr. Farina 00
30 gr. Lievito di birra fresco
100 gr zucchero
1 tuorlo
50 gr. Burro in pomata
Pizzico di sale
Latte intero fresco
50/70 gr. Uvetta Sultanina (facoltativa)
1 Albume per la finituraDSC00014 (2) (FILEminimizer)

Procedimento:
Sciogliere il lievito con un po’ di latte.
Versare la farina nell’impastatrice e aggiungere il tuorlo il burro lo zucchero e il latte con il lievito sciolto e iniziare ad impastare.
Aggiungere il sale e versare a filo altro latte, fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso e impastare per almeno 10 minuti.
Prendere l’impasto e suddividerlo in pezzi da 90/95 gr. Cad., dare forma alle Veneziane e disporle su una placca da forno con sotto carta da forno, distanziate fra di loro, considerando che da li a poco il loro volume raddoppierà.
Fare lievitare per un paio d’ore e prima d’infornarle, spennellare la superficie con l’albume e cospargere la superficie con altro zucchero.
Infornare a 180° per circa 20 minuti.
Buon Appetito.

 

 

Pubblicato in Dolci, Pane, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Fiori di Zucca bardati al Crudo

Dopo un lungo periodo di inattività rieccomi, con una ricetta di stagione, semplice ma sfiziosa. Fiori di Zucca Bardati

Ingredienti:
Fiori di Zucca
Stracchino
Basilico
Prosciutto crudo Parma o San Daniele

Procedimento:
Lavare e privare i fiori del pistillo.
Tritare un paio di foglie di Basilico e amalgamarle con lo stracchino.
Prendere un sac a poche e riempirlo con lo stracchino aromatizzato al basilico , riempire i fiori di Zucca , avvolgerli in una fetta di Crudo di Parma e disporli su di una teglia da forno e infornare a 180° per 10/12 minuti.
Buon Appetito.

 

Pubblicato in Antipasti e contorni, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Tortino Asparagi Selvatici Scamorza e Pancetta

Eccomi nuovamente dopo un lungo periodo d’assenza, dettato dal lavoro (fortunatamente), però in un ritaglio di tempo, questa mattina ho deciso di postare una ricetta.

Ingredienti:Tortino Asparagi Scamorza e Pancetta
1 Disco di Pasta Sfoglia
Asparagi Selvatici
1 cucchiaio di Cipolla tritata
1 Cucchiaio Olio EVO
100 Gr. Pancetta Affumicata a cubetti piccoli
100 Gr, Scamorza affumicata tagliata a cubetti

Ingredienti per la Besciamella:
200 Gr. Latte
50 Gr. Burro
50 Gr. Farina

Procedimento:
Lavare e lessare leggermente gli asparagi, poi tagliarli a pezzetti di circa 4/5 cm.
In una padella soffriggere la cipolla con la pancetta affumicata e l’olio EVO, dopo qualche minuto aggiungere gli asparagi lessati e fare saltare per 4/5 minuti a fuoco basso.
Preparare la besciamella, facendo sciogliere il burro e aggiungendo la farina poi versare il latte poco per volta e farla addensare sul fuoco.
Foderare uno stampo da forno con la pasta sfoglia.
Unire la besciamella e gli asparagi saltati in padella e la scamorza, mescolare bene e versare il composto dentro lo stampo foderato e distribuirlo.
Infornare a 160/170° per 35 minuti.
Buon Appetito!

Pubblicato in Antipasti e contorni, Pane, pizza e focaccie, pizza e focaccie, Primi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Garganelli del Frate

Ingredienti:Garganelli del Frate
75 gr. Speck
25 gr. Porro tritato al coltello
1 cucchiaio Olio EVO
60 gr. Barba di Frate (agretti)
Sale
1/3 Cucchiaino di Curcuma
Parmigiano Reggiano (facoltativo)
210 gr. Garganelli all’ uovo

Procedimento:
Pulire e lavare le barbe di frate e cuocerle al vapore per pochi minuti, passarle sotto l’acqua fredda per bloccare il colore,  tagliarne la metà al coltello.
In un tegame portare a bollore l’acqua, aggiungere il sale e la curcuma e cuocere la pasta.
In una padella fare soffriggere nell’olio il porro, aggiungere lo speck e saltarlo per pochi minuti.
Cuocere la pasta al dente, versarla in un colapasta per eliminare l’acqua, versarla nella padella e saltarla insieme allo speck, aggiungere le barbe di frate tagliate e saltare ancora per un paio di minuti.
Impiattare, e con le barbe di frate tenute da parte decorare il piatto.
Buon Appetito.

Pubblicato in Primi, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Bignè o Pasta Choux

Ingredienti:DSC00962 (2)
200 gr. Acqua
200 gr. Burro
200 gr. Farina
370 gr. Uova
1 gr. Sale
10 gr. Latte
1 gr. Zucchero

Procedimento:
In un tegame fare bollire acqua, burro, latte, zucchero e sale, quando i liquidi bollono, versare la farina tutta in una volta e mescolare fino a che il composto non avrà una consistenza soda.
Trasferire il composto in una planetaria con il gancio K e azionare la macchina  per qualche minuto in modo che la temperatura si abbassi leggermente.
A questo punto mentre la planetaria gira aggiungere poco per volta le uova fino a che non saranno completamente incorporate e fare impastare per un paio di minuti ancora.
Prendere una teglia da forno e imburrarla leggermente, (non usare carta forno), mettere il composto dentro ad una sacca da pasticcere con bocchetta liscia diametro 8/12 mm. e iniziare a formare i bignè direttamente sulla placca imburrata, della dimensione di una noce.DSC00960 (2) (FILEminimizer)
Infornare 210-220° con forno ventilato con calore a terra e cielo, con cottura a vista, dovranno essere dorati.
Un accorgimento, prima di toglierli da forno li faccio cuocere per un paio di minuti a forno socchiuso, per fare espellere tutta l’umidità, per evitare che quando li tolgo dal forno si sgonfino.
P.S. possono anche essere fritti.
Farcire a piacimento, sono ottimi sia dolci che salati come finger food.
Buon Appetito.

 

Pubblicato in Antipasti e contorni, Dolci, Ricette, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Spaghetti Vongole e Rucola

Ingredienti:Spaghetti vongole e rucola
1 kg. Vongole
1 Mazzetto di Rucola Selvatica tritata al coltello
3 spicchi di Aglio schiacciato in Camicia
Olio EVO
100 gr. Pomodorini
Peperoncino
2 fette di limone

Procedimento:
Spurgare le vongole in acqua e sale in un luogo buio fino a quando non avranno eliminato completamente la sabbia al loro interno, cambiando l’acqua 2-3 volte.
Mettere in una casseruola le vongole con le fette di limone, sigillare con il coperchio e farle aprire a fuoco vivo, sgusciarle e filtrare il liquido che avranno prodotto.
Nel frattempo preparare un tegame con acqua salata, portarlo a ebollizione e cuocere la pasta.
In una padella, soffriggere l’aglio nell’Olio EVO, aggiungere il peperoncino, i pomodorini tagliati in 2 o 4 parti e versare un po’ di liquido di cottura delle vongole filtrato.
Quando i pomodori saranno cotti, aggiungere le vongole e farle insaporire per qualche minuto, e se serve versare altro liquido filtrato.
Togliere gli spaghetti dall’acqua leggermente al dente, saltarli con le vongole per qualche minuto e anche in questo caso se serve aggiungere altro liquido filtrato.
Completare la cottura e impiattare,  cospargere la rucola sopra ogni piatto e servire.
Buon Appetito.

 

 

Pubblicato in Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 10 commenti

Cena 2015

Ciao a tutti,
Sono tornato, dopo una piccola pausa, dettata dal fatto che sono diversi giorni che con il solito gruppo di amici, ci siamo trovati per organizzare la 15 esima Cena di Beneficenza,  dove il ricavato è stato devoluto alla parrocchia che da anni ci ospita, e che sarà utilizzato per organizzare il campo estivo per le famiglie meno abbienti.

Oggi quindi non voglio parlare di ricette, ingredienti, tecniche di cottura, ma mi limiterò a postare solo le foto dei piatti che abbiamo preparato e servito ieri sera, l’impegno è stato notevole, a tavola c’erano 83 commensali più 19 di noi fra cuochi, camerieri/e, addetti al lavaggio dei piatti e 2 sommelier che hanno abbinato un vino diverso ad ogni portata.

DSCN0769 (FILEminimizer)Antipasto Freddo:
Cannolo di tonno e tartare di tonno aromatizzata con crema di agrumi e olive taggiasche.

 

 

 

 

DSCN0775 (FILEminimizer)Antipasto Caldo:
Polpo con funghi champignon e balsamico.

 

 

 

 

 

IMG_20150228_213349Piatto di Mezzo:
Zuppetta di frutti di mare e cannellini.

 

 

 

 

IMG-20150301-WA0003Primo:
Risotto Zucca e Gamberi.

 

 

 

 

 

DSCN0778Secondo:
Filetti di Orata con Cipolla Caramellata.

 

 

 

 

 

 

DSCN0782 (FILEminimizer)Dolce:
Bicchierini agli Agrumi composti da:
Biscotto alle mandorle, Marmellata di Agrumi e Cardamomo, Bavarese al cioccolato fondente, Chiboust agli agrumi e fave di cacao, accompagnato con un liquore allo Zenzero.

 

 

Conclusioni personali:
Sono solo 3 anni che sono stato coinvolto in questa iniziativa ma saper di poter fare qualche cosa per aiutare gli altri con un piccolo sforzo ti riempie di gioia, poi farlo con amici che condividono il tuo pensiero e la tua passione, è impagabile.

 

 

 

 

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | 8 commenti

Polenta di Storo

Polenta di Storo, Storo è un piccolo paesino vicino al lago di Idro nella valle del Chiese.
La farina di Storo , viene prodotta dal grano Marano, ed ha un colore giallo intenso quasi ramato, per questo viene anche chiamata l’oro di Storo.
Negli anni passati le pannocchie appena raccolte venivano esposte al sole per farle essiccare, tant’è che oggi c’è un vera e propria gara dove vengono addobbate le case , se vi ho incuriosito ecco il link: http://www.eventiesagre.it/Eventi_Enogastronomici/21136008_Tutto+Un+Paese+Si+Veste+Di+polenta.html

Ingredienti:Polenta di Storo
500 gr, Farina di Storo
1/2 Litro di Latte intero fresco
Acqua
Sale
1 Noce di Burro

Procedimento:
Versare la farina e il latte in un tegame antiaderente o ancor  meglio di rame  e, iniziare la cottura a fiamma bassa.
Nel frattempo, portare a bollore in un altro tegame capiente acqua e sale.
Quando la farina che sta cuocendo, avrà assorbito il latte, iniziare a versare l’acqua calda salata man mano che serve durante la cottura, mescolando frequentemente, considerando che,  per ottenere una buona polenta, serve circa 1 ora di cottura.
Una volta terminata la cottura, aggiungere la noce di burro.
Impiattare,  condire a piacere  e servire.
Buon appetito

Pubblicato in Primi, Ricette, Secondi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Risotto Birra e Gorgonzola

Questo piatto è per chi dice: Mi piace la Birra, mi piace il Riso e adoro il Gorgonzola, io sono uno di quelli, e voi???

Ingredienti per 3 persone:Risotto Birra e Gorgonzola
150 gr. Riso integrale o Carnaroli
120 gr. Gorgonzola
170 ml. Birra scura tipo Guinnes
½ Cipolla Tritata
Brodo Vegetale caldo
Olio EVO
Sale

Procedimento:
Tritare finemente la cipolla e soffriggerla nell’olio per alcuni minuti, aggiungere il riso e farlo tostare per 3-4 minuti.
Continuare la cottura versando quando serve brodo vegetale.
A cottura quasi ultimata, aggiungere il Gorgonzola, farlo sciogliere, versare la birra e fare sfumare.

Buon Appetito.

P.S. io la Birra che ho usato per la preparazione l’ho servita insieme al piatto……

Pubblicato in Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Sbrisolona

Torta di origine Mantovana, semplice da realizzare che si conserva per molti giorni, (solitamente non accade), la tradizione vuole che NON venga tagliata, ma bensì deve essere spezzata con le mani e da li ecco il formarsi di briciole che danno il nome appunto alla torta.
Solitamente viene servita con vino bianco dolce o passito, ma se vogliamo andare un pò fuori dagli schemi a mio modesto parere anche un Recioto non stona, provare per credere.

Ingredienti:Sbrisolona
250 gr. Farina 00 Bio
150 gr. Farina Gialla da polenta
200 gr. Zucchero
200 gr. Mandorle senza pelle tritate
120 gr. Burro
100 gr. Strutto
2 Tuorli d’uovo
1 Scorza di limone grattugiata

Procedimento:
Sciogliere Burro e Strutto.
Mescolare insieme le farine, aggiungere tutti gli altri ingredienti e amalgamare  il tutto , il composto risulterà sgranato.
Versare l’impasto dentro uno stampo da forno e  pareggiarlo senza pressarlo.
Prendere lo stampo e batterlo un paio di volte su di un piano per compattarlo leggermente.
Infornare a 160° per 35/45 minuti indicativamente, fino a che la superficie diventa dorata.
Buon Appetito.

Pubblicato in Dolci | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 11 commenti

Risotto Zucca e Balsamico tradizionale di Reggio Emilia

Ingredienti per 4 persone:Risotto Zucca e Balsamico
2 Cucchiai di cipolla tritata
3 Cucchiai Olio EVO
200 Gr. Zucca cotta in Forno
200 Gr. Riso
1 Bicchiere di Vino Bianco
Parmigiano Reggiano
2 L. Acqua
Sale
1 Carota
½ Costa di Sedano
½ Cipolla
Aceto Balsamico tradizionale di Reggio Emilia
1 noce di Burro

Procedimento:
Preparare il liquido di cottura (brodo vegetale) con Acqua , Sale , Carota , Sedano e Cipolla portando il tutto ad ebollizione e, lasciarlo cuocere fino a completamento della preparazione.
Soffriggere la Cipolla nell’Olio per 4/5 minuti, aggiungere il Riso e, tostarlo per un paio di minuti , versare il Vino Bianco e sfumare.
Aggiungere la Zucca al riso, mescolare, se serve versare un po’ di brodo vegetale e, continuare la cottura del riso , aggiungendo quando serve altro liquido.
A cottura ultimata aggiungere il burro, spolverare con Parmigiano Reggiano e mantecare.
Impiattare e cospargere la superficie con altro Parmigiano Reggiano e, versare a filo l’Aceto Balsamico
Buon Appetito.

 

Pubblicato in Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Auguri a tutti

Augurando a tutti un 2015 sereno e felice,  voglio condividere il report del 2014 , ringraziando tutti voi che l’avete reso possibile e che, mi stimolate a proseguire in questa avventura.
Grazie a tutti.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 2.000 volte nel 2014. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 33 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | 4 commenti

Non tutte le ciambelle riescono con il buco….

DelusioneQuest’anno mi è venuto il pallino di realizzare il classico dolce di Natale, consapevole delle difficoltà e dei tre giorni di preparazione per la realizzazione, che poi diventano quattro considerando che il Lievito Madre va rinnovato un giorno prima, decido di provarci.
Primo giorno: rinnovo il Lievito Madre e li tutto bene, su questo ero tranquillo.
Secondo giorno: al mattino (prima di andare al lavoro) rinnovo nuovamente il Lievito Madre ma con un quantitativo inferiore d’ acqua rispetto a quella che utilizzo solitamente, e lascio lievitare fino a sera.
Alla sera rientro dal lavoro apro la porta di casa e senza togliermi nemmeno la giacca mi precipito a vedere come si è trasformato il Lievito Madre, ma osservo che è lievitato come sempre, io pensavo, magari sarà fuoriuscito e lo trovo in giro per casa tipo BLOB, invece è li tranquillo.
Dopo cena decido di svegliarlo così gli presento i nuovi amici d’avventura , Farina W330, Farina Bio, Burro, Zucchero di canna, Miele, acqua e li faccio socializzare impastandoli tutti insieme .
Terzo Giorno: al mattino noto che hanno fatto amicizia e il volume è raddoppiato, così aggiungo altra Farina W330, Farina Bio, Acqua, sale e Zucchero di canna e impasto nuovamente sempre fino ad ottenere un composto morbido ma elastico.
Alla sera preparo e aggiungo gli ultimi ingredienti, Farina W330, Farina Bio, Tuorli, Zucchero Semolato, Mandorle, Uvetta Sultanina, Gocce di Cioccolato, Burro, Vaniglia e Zucchero a Velo.
Impasto tutto tranne le Mandorle e lo Zucchero a Velo e ottengo un composto, morbido elastico e profumatissimo, che si avverte in tutta la cucina
Lascio riposare l’impasto 30 minuti prendo gli stampi da panettone lo suddivido e lo dispongo all’interno.
Soddisfatto, dico tra me e me “Adesso devo solo aspettare che il lievito compia il suo dovere”.
Quarto Giorno, il giorno della verità…………. L’impasto è lievitato, raddoppiato forse anche più quindi ore 12, forno caldo, via in cottura per 30-35 minuti.
Trascorso il tempo necessario per la cottura,  prendo i panettoni, li posiziono capovolti in modo che non perdano la lievitazione  e li faccio raffreddare.
Una volta a temperatura ambiente , è il momento della prova più importane l’assaggio, al taglio si nota che la lievitazione è buona , all’olfatto si avverte una leggera acidità, ma al primo assaggio devo confermare che l’impasto risulta leggermente acido, una LEGGERA DELUSIONE  mi assale, ma non per questo mi arrendo, probabilmente sfornerò panettoni fino a Ferragosto 2015, ma il mio segno zodiacale e soprattutto il mio carattere mi spinge a ritentare fino a  riuscire, correggendo gli errori che credo di aver commesso.

Auguri a Tutti per un Sereno 2015
Sergio

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , | 20 commenti

Pane alla Zucca

 

Pane alla Zucca

Ingredienti:
50 gr. Lievito Madre
4 gr. Lievito di Birra
300 gr. Zucca cotta in forno schiacciata
100 gr. Acqua
Farina integrale BIO
Sale

Procedimento:
Sciogliere il lievito madre nell’acqua , unire tutti gli ingredienti e iniziare ad impastare , aggiungere farina fino a raggiungere la giusta Pane alla Zuccacompattezza dell’impasto.
Fare lievitare per 4-5 ore e infornare a 190/200° con forno caldo , calore per i primi 10 minuti solo sotto,  poi anche a tetto con forno statico.
Tempo di cottura circa 45°, a seconda della forma del pane.
Buon Appetito.

Pubblicato in Pane, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

Torta Ricotta e Mirtilli

Questo post lo dedico a tutti voi che da un anno mi seguite.
Oggi è il primo compleanno del blog,  infatti, tutto e’  iniziato un’anno fa a casa di una coppia di amici Blogger con la passione della fotografia Giulio JJ Corradini Sonny & JJ Photo, quando dopo una cena mi hanno convinto ad avventurarmi in tutto questo.
Ma la cosa che mi rende ancora più felice è l’averraggiunto i 50 followers, che ringrazio.

Ingredienti:Torta di Ricotta e Mirtilli
300 Gr. Biscotti secchi
100 Gr. Burro
250 Gr. Ricotta Vaccina
4 Tuorli
1 Albume
3 Cucchiai Zucchero
4/5 Cucchiai di Marmellata di Mirtilli

Procedimento:
Tritare i Biscotti, unirli al Burro in pomata  e amalgamare bene.
Stendere con le mani l’impasto in una tortiera e livellare, premendo, per compattare il tutto.
In una terrina a parte sbattere le Uova con Zucchero, aggiungere la Ricotta e mescolare fino ad ottenere una crema.
Versare la crema di ricotta nella tortiera sopra i Biscotti compattati e, infornare a 180° per 25 minuti.
Far raffreddare la torta e  stendere  la Marmellata su tutta la superficie ,  riposare in frigorifero per 1 ora e servire.
Buon Appetito

Pubblicato in Dolci, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 14 commenti

Baccalà alla Vicentina

Ingredienti per 4 persone:DSC02248 (FILEminimizer)
500 gr. di Stoccafisso sotto sale
½ bicchiere di olio E.V.O.
250/300 gr. cipolle di Tropea affettate sottili
1 Bicchiere di Latte
3/4 di Acciughe sott’olio
2/3 Spicchi d’Aglio
Farina Bianca
Sale
Prezzemolo Tritato
50 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
Fette di Polenta alla piastra

Procedimento:
Dissalare il baccalà lasciandolo in ammollo per un paio di giorni e, cambiando l’acqua 4-5 volte al giorno.
Eliminare le lische,  togliere la pelle e, passare nella farina i tranci di pesce.DSC02243 (FILEminimizer)
Far soffriggere nell’olio E.V.O. la cipolla affettata, l’aglio tritato e le acciughe.
Prelevare dal tegame metà della cipolla cotta, aggiungere il pesce passato nella farina e, coprirlo con la cipolla prelevata in precedenza.
Versare nel tegame il latte , cospargendo di formaggio il pesce.
Cuocere con coperchio per almeno un’ora a fuoco bassissimo, muovendo di tanto in tanto, i pezzi di pesce, facendo attenzione a non spezzarli.
A cottura ultimata aggiungere il prezzemolo tritato e, servilo accompagnandolo con fette di polenta.
Buon Appetito.

 

 

Pubblicato in Pesce, Ricette, Secondi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

Spaghetti con Ricciola

Questo piatto riporta la mia mente a Lampedusa, dove ogni mattina di buon ora in sella allo scooter girovagavo per l’isola,  a quell’ora eri circondato da profumi e colori che solo al mattino presto riesci a cogliere, dove sedersi ad ammirare il mare in tutta solitudine e tranquillità, aveva un valore immenso, sapendo che da li a poche ore questo sarebbe finito con l’arrivo dei bagnanti.
Prima del rientro a casa tutte le mattine, le due tappe obbligatorie erano il fornaio con i Cannoli per la colazione  e la pescheria del Porto Vecchio.

DSC00164 (FILEminimizer)

Ingredienti:
1 Spicchio di Aglio
200 gr. Ricciola
Olio EVO
2 cucchiai di cipolla tritata
1 Rametto di Barbe di Finocchio
1 cucchiaio di Uvetta sultanina
2 cucchiai di Pinoli oppure mandorle con la pelle
7/8 pomodorini

Procedimento:
Versare in un tegame ½ bicchiere d’acqua, la ricciola tagliata a cubetti, metà dell’aglio tritato e 2 cucchiai di Olio EVO e fare cuocere per 10 minuti.
A parte fare bollire un tegame con acqua salata per la cottura della pasta.Spaghetti con Ricciola
In una padella fare soffriggere un paio di cucchiai di olio EVO, l’aglio restante e la cipolla, poi aggiungere l’uvetta e il finocchio, fare cuocere per un paio di minuti e aggiungere la ricciola con il liquido che avrà prodotto in cottura e per ultimi i pomodorini tagliati a pezzetti.
Cuocere gli spaghetti lasciandoli un po’ indietro di cottura , poi versarli nel sugo con la ricciola e terminare la cottura.
Buon Appetito.

 

 

Pubblicato in Pesce, Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 11 commenti

Mezzelune Pere Formaggio e Balsamico

Evviva…………….
Dopo innumerevoli prove per la riuscita di questo piatto , sono arrivato ad ottenere il risultato voluto.Mezzelune

Ingredienti:
Pasta all’uovo fatta con  400gr. farina e 4 uova
2 Pere sode a cubetti piccoli
15 gr. Parmigiano Reggiano grattugiato
45 gr. Fontina a cubetti piccoli
100 gr. Ricotta vaccina
Noce Moscata
10 gr. Miele
Aceto Balsamico tradizionale di Reggio Emilia
Crema di Parmigiano Reggiano
Burro

Procedimento:
Sbucciare le pere,  privarle del torsolo e tagliarle a cubetti piccoli, così come la fontina.
Amalgamare insieme: Pere, Parmigiano Reggiano grattugiato,  Fontina, Ricotta, Miele e Noce Moscata.
Stendere la sfoglia sottile e con un coppa pasta tondo (diametro 5-6 cm.) formare dei dischetti, al centro posizionare un po’ di ripieno, e richiuderli su se stessi piegandoli a metà e sigillando i bordi premendo con le dita.Mezzelune
Fare bollire abbondante acqua salata e cuocere le mezzelune.
Nel frattempo sciogliere una noce di burro con un paio di cucchiai di crema di Parmigiano Reggiano.
Togliere le mezzelune dall’acqua, disporle su di un piatto, versare sopra la crema di parmigiano Reggiano  con un cucchiaio e aggiungere l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia a filo e servire.
Buon Appetito.

 

Pubblicato in Primi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Soupe à l’oignon

Una premessa è doverosa…. Amici Francesi spero di essere stato all’altezza…..

Ingredienti:Soupe a’ l’oignon
25 gr. burro
350 gr. Cipolla affettata sottile
Pane a fette “ Baguette”
1 cucchiaio di farina
1 spicchio di Aglio
½ bicchiere di Vino rosso fermo (facoltativo)
Formaggio Gruyere
Timo
Brodo di Carne

Procedimento:
Saltare la cipolla con il burro per 25-30 minuti a fuoco basso, aggiungere la farina, mescolare  e, far dorare la cipolla.
Versare il vino e un po’ di brodo.
Continuare la cottura per 15-20 minuti e, se necessario, versare altro brodo di carne per raggiungere la consistenza voluta.
Prendere il pane e tostarlo su una piastra,  sfregare sopra l’aglio come per le bruschette e, disporre sopra una fetta sottile di formaggio spolverando con il timo.
Passarle in forno fino a quando il formaggio non si fonde.
Infine  in ogni piatto inserire 2-3 fette di pane appena sfornato con il formaggio filante.
Buon Appetito.

Con questa ricetta mi aggiungo agli amici blogger che partecipano al contest di Ostriche  “In viaggio a tavola” , prova a dare una sbirciatina…..

image1

Pubblicato in Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Vanillina? No Grazie!!

Oggi, vorrei parlavi dell’utilizzo della bacca di Vaniglia e, di come puo’ essere usata una volta privata dei semi.Vaniglia
I  semi servono per preparare creme, aromatizzare impasti ecc…ecc…..
Il suo  baccello invece lo butto?Assolutamente no………
Insieme alla bacca , acquisto  una bottiglia di Maraschino (il mio preferito in queste preparazioni), oppure alcool a 75°, o altro liquore/distillato, e, inserisco il  baccello dentro alla bottiglia così, inizia ad aromatizzare il liquido, e, ripeto l’operazione ogni volta che di una bacca utilizzo solo i semi.
Dopo qualche giorno la sostanza alcolica inizia a cambiare colore e sapore.Maraschino

Non c’e’ un tempo massimo o minimo per lasciare i baccelli immersi, solitamente li lascio dai 2 ai 4 mesi.

Trascorso il tempo necessario, la vita dei Baccelli non è finita, hanno ancora molto da dire…..

Prelevo i baccelli filtrando il Maraschino, il quale, avrà assunto un colore ambrato, e,  li faccio asciugare finchè non diventano secchi al punto che,  piegandoli leggermente si spezzano.

Li inserisco nel frullatore, aggiungo qualche cucchiaio di zucchero (circa 2 cucchiai ogni baccello) e frullo, rendendo tutto in polvere.Vaniglia2

Il risultato? Un aromatizzante fantastico e soprattutto,  naturale.

Provare per credere.

Pubblicato in Dolci, Liquori, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Croissant con pasta Brioche

Per iniziare bene una giornata……partiamo dalla colazione.Croissant con pasta Brioche

Ingredienti:
200 gr. Farina (forte tipo Manitoba)
300 gr. Farina integrale
17 gr. Lievito di Birra
90 gr. Zucchero
170 gr. Burro in pomata
Scorza di Limone grattugiata
Rum
1/3 Bacca di Vaniglia
70 gr. Latte (dose indicativa dipende dal potere di assorbire liquidi della farina)
7 gr. Sale
2 Tuorli
2 Uova intere

Procedimento:
Fare bollire metà del latte con la bacca di vaniglia privata dei semi per un paio di minuti, poi, togliere dal fuoco e unire l’altra parte di latte per abbattere la temperatura.
Versare nell’impastatrice le farine, lo zucchero , il lievito sbriciolato, le uova intere, i tuorli, la polpa della vaniglia, il rum, la scorza di limone grattugiata e, iniziare ad impastare.
Aggiungere poco alla volta il burro in modo che si incorpori, poi, iniziare a versare poco per volta il latte, fino ad ottenere un’impasto elastico, con una consistenza tale che permetta di essere steso con il mattarello.
Per ultimo aggiungere il sale e continuare ad impastare per un decina di minuti.
P.S. il sale negli impasti lievitati si aggiunge sempre alla fine, per evitare che si blocchi la lievitazione.
Far  lievitare per circa 1 ora coperto con una pellicola, dopodiche’,  impastare nuovamente  a mano in modo da rompere la lievitazione, e,  fare lievitare nuovamente per un’altra ora sempre coperto da pellicola.
Iniziare a stendere l’impasto col mattarello fino a raggiungere uno spessore di circa 3 mm. e, tagliare delle strisce alte circa 15 cm. ricavando dei triangoli con la base di 12-13 cm.
Riempire il croissant a piacere con marmellata, miele, cioccolato ecc.
Posizionare il ripieno al centro e arrotolare i croissant in modo che non fuoriesca, e posizionali con la punta che vada sotto in modo che durante la cottura non si aprano.
Lasciare lievitare per una trentina di minuti.
Prima di cuocerli, spennellare la superficie con Latte oppure, uovo sbattuto, poi, infornare a 180° per circa 20/25 minuti con forno statico sopra e sotto.
Dimenticavo io li ho riempiti con Miele di Asfodelo e Marmellata di Mirtilli mescolati insieme al 50-50.
Buon inizio di giornata.

Pubblicato in Dolci, Pane, pizza e focaccie, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

Anatra acacia e limone

Ingredienti:Anatra acacia e limone
1 Anatra
4 Spicchi di Aglio tritato al coltello
Erbe aromatiche a piacere
1 Limone
3 Cucchiai Miele di Acacia
Origano un pizzico
6 Cucchiai Olio EVO
Pepe un Pizzico
1-2 Bacche di Ginepro schiacciato
Sale

Procedimento:
Pulire l’Anatra e sezionarla (petto , ali e zampe).
Preparare un trito di Sale , Pepe , Aglio , Erbe Aromatiche , Origano , Timo e Olio e cospargere il tutto sui pezzi di Anatra massaggiando e lasciare riposare per circa 2 ore.
Trascorse le 2 ore , in una casseruola fare rosolare l’Anatra con un filo di Olio e con la Bacca di Ginepro.
Con uno spremiagrumi , spremere il limone , scaldarne il succo , aggiungere il Miele e mescolare ,  quando il Miele sarà sciolto , versare il tutto dentro alla casseruola con l’Anatra e continuare la cottura con coperchio , per almeno 1 ora.
Trascorsa 1 ora , se all’interno della casseruola c’è ancora liquido , continuare la cottura senza coperchio fino a quando non sarà evaporato.
Buon Appetito.

Pubblicato in Ricette, Secondi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Insalata di Mare alternativa

Ingredienti:Insalata di Mare alternativa
250 gr. Gamberetti
600 gr. Totani o Calamari
600 gr. Cozze
Aglio
Olio EVO
Pomodorini
Olive
Prezzemolo
Sale nero

Ingredienti per l’acqua di cottura:
Acqua
Timo
1 spicchio di Aglio
Origano
Maggiorana
Sale
Succo di ½ Limone + ½
Menta (poca)
Semi di Finocchio

Procedimento:
Fare aprire le Cozze a parte con il Succo di ½ limone ed estrarle il mollusco.
Fare bollire l’acqua con tutte le erbe e l’altra metà di succo di limone.
Il tempo di cottura dei sacchi dei calamari è di circa 60 secondi , per le teste si passa a 90 secondi , mentre per i gamberetti il tempo di cottura è di 45/50 secondi.Insalata di Mare alternativa
Il procedimento di cottura consiste nel posizionare il colino all’interno del tegame in modo che l’acqua lo copra per metà , e si inizia a cuocere versando poco per volta calamari e gamberi , tenendoli divisi e rispettando i tempi di cottura, iniziando a cronometrare dal momento che l’acqua riprende a bollire.
In una padella fare insaporire l’olio con l’aglio per qualche minuto, e togliere la padella dal fuoco.
Una volta cotti calamari e gamberi  li versiamo dentro alla padella, aggiungiamo i pomodorini e le olive , poi quando abbiamo finito le varie cotture , facciamo insaporire il tutto saltando a fuoco vivo per 5/6 minuti.
Aggiungere il prezzemolo, salare, con il sale nero e servire.
Buon Appetito.

 

 

Pubblicato in Antipasti e contorni, Pesce, Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Confettura di mirtilli con Agar-Agar

Anche se la stagione dei mirtilli è quasi giunta al termine, sono riuscito a  raccoglierne, quindi, partenza di buon ora in direzione Rifugio Battisti  (http://www.rifugio-battisti.it/) e, dopo circa 1 ora di cammino a passo spedito tra boschi di abeti e faggi, ecco le distese di mirtilli con le loro foglie che, in questa stagione, hanno già virato colore diventando rossastre, come i boschi circostanti dove, l’autunno ha portato con sè i suoi colori.

Per  preparare questa confettura, ho voluto provare l’Agar Agar , un gelificante ricavato da un’alga rossa, quindi del tutto naturale, che, a differenza di una comune colla di pesce, per gelificare, dev’essere portato a bollore per qualche minuto iniziando ad addensarsi fin da subito, e continuando fino al completo raffreddamento.

Ingredienti:Marmellata di mirtilli con Agar-Agar
500 gr. Mirtilli
250 gr. zucchero
2 gr. Agar-Agar
Succo di ½ Limone

Procedimento:
Pulire e avare i Mirtilli , versarli in un tegame antiaderente con lo zucchero e il succo di limone , portare a bollore e fare bollire per 10-15 minuti , poi aggiungere l’Agar-Agar e continuare la cottura per altri 15 minuti.
La confettura è pronta , non resta che invasarla e riporla in dispensa.
Buon Appetito.

Pubblicato in Conserve e confetture, Dolci, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sughi d’uva Ancellotta

Eccomi nuovamente, come promesso!!!!
Ho pensato di proporre una ricetta classicissima in questo periodo di vendemmie, i sughi d’uva, che, riportano la mia mente all’infanzia, quando a prepararli, era mia nonna , ed io e i miei cugini , ci riunivamo attorno a lei, pronti , con i cucchiaini in mano aspettando che li togliesse dal fuoco.
Appena cotti ne versava un mestolo su di un piatto piano ,  in modo che si raffreddassero velocemente ,  e noi, li ad aspettare che smettessero di fumare per iniziarli a mangiare.

Ingredienti:Sughi d'uva Ancellotta
1 Litro di mosto di uva (io ho usato il mosto di Ancellotta)
90 Gr. Farina 0 oppure 00
Zucchero (difficile indicare un quantitativo , da dosare a seconda della dolcezza del mosto)

Procedimento:
In un tegame versare la farina e poco alla volta il mosto e mescolare con una frusta, in modo da non far formare i grumi, una volta versato tutto il mosto, aggiungere lo zucchero, continuare a mescolare e sentire il grado di dolcezza raggiunto.
Mettere il tegame sul fuoco a fiamma bassa e iniziare la cottura sempre mescolando, come si fa per la crema.
Raggiunto il bollore, inizierà ad addensarsi, fare cuocere fino al raggiungimento della consistenza voluta.
Buon Appetito.

Pubblicato in Dolci, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Torno Subito

Torno subito Ciao a tutti , è arrivato il momento di prendermi una pausa , finalmente arrivano le ferie , sperando che il tempo sia clemente ci rivediamo ai primi di ottobre più “carichi” che mai.

A presto Sergio

 

P.S. Foto scattata a Colle Val d’Elsa , realizzazione di un artigiano locale.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | 4 commenti

Farro Culatello Robiola e Noci

Girando sull’appenino Tosco-Emiliano , mentre rientravo da una mattinata trascorsa in cerca di funghi , mi sono imbattuto in un piccolo negozio di alimentari di quelli come una volta ,  piccoli ma riforniti di tutto , così guardando sugli scaffali ho scorto il Farro della Garfagnana e ho pensato di provare a cucinarlo in questo modo.

Ingredienti:Farro Culatello Robiola e Noci
150 Gr. Farro della Garfagnana
1 Cipolla piccola
½ Carota
Brodo Vegetale
Olio EVO
100-120 Gr. Culatello (in alternativa Speck o Bresaola)
½ Bicchiere di vino Bianco
8/10 Noci Tritate al coltello
Poco Sedano
100 Gr. Robiola
sale fine

Procedimento:
Tritare carote sedano e cipolla e soffriggerli nell’olio EVO  per alcuni minuti , poi aggiungere il farro e fare tostare per un paio di minuti e sfumare con il vino bianco.
Continuare la cottura del farro , aggiungendo quando necessario il brodo vegetale.
A cottura quasi ultimata , aggiungere il Culatello tagliato a julienne o a cubetti , la robiola e se serve altro brodo vegetale , correggere di sale e per ultimo le noci tritate.
Buon appetito!

Pubblicato in Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Riso con Cavolo Nero e Lenticchie

Ieri nell’orto ho raccolto le prime foglie di cavolo nero e un porro , così ho pensato di cucinare questo piatto.

Ingredienti:Riso Cavolo nero e Lenticchie
100 Gr. Lenticchie
1 Foglia di Alloro
150 Gr. Riso Thaibonnet integrale
150Gr. Riso Venere intergale
4 Cucchiai di Porro tritato
1 spicchio di Aglio tritato
4 cucchiai Olio EVO
6 Noci o Mandorle tritate al coltello
Scorza di ½ Limone grattugiata
Brodo Vegetale
200 Gr. Cavolo Nero

Procedimento:
Lavare e eliminare la costa centrale dal Cavolo e tritarlo al coltello.
Lessare le lenticchie in acqua salata e con la foglia di Alloro , una volta cotte scolarle dall’acqua e tenerle da parte.
Nel frattempo tostare il riso con metà del porro e 2 cucchiai di Olio EVO saltarlo per qualche minuto , poi continuare la cottura , aggiungendo quando serve brodo vegetale che dovrà essere bollente.
In una padella soffriggere con 2 cucchiai di olio Evo il restante Porro e l’aglio , dopo qualche minuto aggiungere il Cavolo Nero , le lenticchie e fare insaporire , poi aggiungere il riso e saltare per alcuni minuti.
Togliere dal fuoco e grattugiare sopra la scorza di Limone e correggere di sale.
Impiattare e cospargere con le noci tritate.
Buon Appetito.

Pubblicato in Primi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Crostata di Melanzane “Montersino”

Augurando buon Ferragosto a tutti , ho voluto provare a replicare questa torta salata del Maestro Luca Montersino , che ho avuto la possibilità di conoscere in un paio di occasioni durante la partecipazione a due corsi che ho frequentato: uno sulle torte d’autore e uno sulle torte salate  e , in quella occasione , ha realizzato anche questa crostata salata.

Ingredienti per la frolla montata:Crostata Melanzane di Montersino
250 Gr. Burro
100 Gr. Parmigiano Reggiano
75 Gr. Mandorle in farina
12 Gr. Sale
125 Gr Uova intere
175 Gr. Farina
75 Gr. Fecola di Patate

Ingredienti per la composta di Melanzane:
500 Gr. Melanzane
50 Gr. Pecorino
20 Gr. Olio E.V.O.
1 Gr. Sale e Pepe
5 Gr. Basilico
30 Gr. Amido di Mais
100 Gr. Uova intere

Per il Dressing:
200 Gr. Scamorza affumicata affettata
60 Gr. Gelatina “Kappa”  (io non l’ho usata)

Procedimento per la frolla:
Montare il Burro con il Parmigiano Reggiano e la farina di Mandorle , aggiungere le uova a filo e continuare a montare.
A mano aggiungere la farina precedentemente setacciata, la fecola e il sale e fare riposare l’impasto in frigorifero.

Procedimento per la Composta di Melanzane:
Cuocere le melanzane , friggendole intere avendo prima bucherellato la buccia con una forchetta in abbondante olio , oppure come ho fatto io , tagliandole a metà e incidendo la polpa interna fino a raggiungere la buccia e aprirle facendo pressione con le dita sulla buccia in modo che la polpa si divida dove ho inciso e cuocere in forno per 35/40 minuti a 180°.
Una volta cotte , prelevare la polpa con un cucchiaio , versare tutti gli ingredienti nel mixer e frullare.
Tenere le bucce delle melanzane che serviranno per decorazione.

Procedimento per il dressing:
Riempire con la frolla un sac a poche con bocchetta rigata e formare il fondo della torta partendo dall’esterno e girando lo stampo fino a foderarlo completamente facendo un paio di giri sovrapposti a salire per formare i bordi esterni.
A questo punto vado a disporre le fette di scamorza e sopra la composta di melanzane.
Nuovamente con il sac a poche , vado a formare le classiche decorazioni intrecciate sopra alla composta di melanzane e per far si che il bordo risulti pulito e bello da vedere , faccio un ulteriore giro di pasta con il sac a poche.
Infornare a 170° per 30-35 minuti.
Appena sfornata , posso andare a lucidare la superficie della composta di melanzane con la gelatina Kappa.
Buon Appetito.

Considerazioni Personali:

  • La prossima volta provo ad utilizzare 50 Gr. in meno di Burro per fare la frolla montata, perché a mio parere il Parmigiano Reggiano che solitamente utilizzo ha una percentuale di materia grassa superiore e quindi al palato risulta “pesante”.
  • Questa crostata da il massimo in fatto di sapore , se servita calda ad una temperatura che permetta alla scamorza di essere morbida , ma non appena sfornata.

 

 

Pubblicato in Antipasti e contorni, Pane, pizza e focaccie, Ricette, Secondi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Torta MYGS

Non spaventatevi , a tutto c’è una spiegazione…… MYGS sta solo ad indicare Mirtilli , Yogurt , Grano Saraceno , questa torta a mio parere è ottima per iniziare con dolcezza una giornata.

Ingredienti:Torta Yogurt , Mirtilli e Grano Saraceno
250 Gr. Farina 00
140 Gr. Farina Grano Saraceno
125 Gr. Yogurt Intero
250 Gr. Zucchero
140 Gr. Burro in pomata
1 Dose per Dolci
2 Uova Intere
1 Tuorlo
150 Gr. Mirtilli Disidratati
2 cucchiai Maraschino
Scorza di 1 Limone grattugiata
Zucchero a velo per la finitura

Procedimento:
Montare il Burro in pomata con Zucchero Uova e il Tuorlo.
Aggiungere lo Yogurt e il Maraschino , setacciare le farine con la dose per dolci e aggiungerle lentamente alla montata.
Una volta incorporata la farina , aggiungere la scorza di limone e i mirtilli e mescolare il tutto.
Versare dentro ad una tortiera e infornare a 180° forno statico per 40/45 minuti.
Buon inizio di giornata!

 

Pubblicato in Dolci, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti